Il Borsch, una specialità di cucina russa

Borsch

Borsch

Tempo fa abbiamo già scritto una ricetta di cucina russa relativa al borsch i cui ingredienti però non si trovano facilmente in Italia e la preparazione risulta un pò lunga e complessa.

Oggi, grazie alla ricetta inviata da una lettrice del sito, Marina, descriveremo un procedimento molto più semplice ma dal risultato altrettanto gustoso.

Come preparare il Borsch in Italia
Salve! La mia e’ una ricette adattata per l’Italia, cioe’ da usare gli ingredienti che si trovano in qualsiasi supermarket italiano.

1. 1/2 di piccola verza (o cavolo capuccio)
2. 1 scatola di fagioli borlotti
3. 3 patate
4. 1 grossa barbabietola cotta (al vapore o,meglio, al forno)
5. 2 scalogni
6. 2-3 cucchiai di pancetta dolce
7. 1 carota
8. 2-3 pomodori ( o 1/2 bicchiere di passata)
9. 2 foglie d’alloro
10. prezzemolo, peperoncino, sale, erba cipollina – secondo i gusti

Si fa il brodo ( di carne o di dado, io uso anche 2 scatolette di “Manzotin” – va benissimo spezzettare e buttare nell acqua bollente, 2 litri).
Aggiungere fagioli (scolati) e patate a cubetti.
Mentre bolle grattuggiare (fori grossi) la barbabietola e mettetela nel brodo. Lasciar bollire a fuoco basso sotto coperchio.

Preparare il soffritto: in un po’ d’olio (anche di girasole) dorare la pancetta,aggiungere lo scalogno a pezzettini piccoli, dorare, poi la carota grattuggiata (fori grossi) e i pomodori a cubetti (se passata – allungare con un po’ di acqua). Far rapprendere tutto (5-6 min).

Mentre si cuoce il soffritto tagliare la verza a strisciolini e mettere nel brodo. Mescolare bene. Se l’acqua risulta poca- aggungerla, ma miracomando – non deve essere troppo liquido!

Pronto soffritto mettere nella minestra, mescolare bene, aggiungere l’alloro e gli aromi a piacere e far cuocere altri 10 min. a fuoco basso.

Lasciar riposare 20 min. Si mangia con pane di segale sfregato sulla crosta con aglio ( a chi piace). Tutto qui’. Buon appetito!

Marina

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply