Gamberoni flambé alla grappa

Gamberoni flambè alla grappa

Gamberoni flambè alla grappa

Cucinare e farlo con passione vuol dire anche sperimentare, inventare, o almeno provarci.

I gamberoni flambé alla grappa sono una variante del classico piatto dei Gamberoni al brandy che vede l’utilizzo della grappa in luogo del biondo e aromatico liquore.

L’effetto è quello di contrastare il sapore “dolciastro” dei gamberoni poiché la grappa fiammeggiata restituisce un aroma piuttosto “amaragnolo”.
Ne deriva un contrasto dolce-amaro appena accenato ma gradevole. Del resto questo effetto è spesso cercato e apprezzato amche in altri piatti a base di crostacei, come ad esempio nel classico accostamento gamberi e rughetta.
Ma veniamo alla ricetta.

Ingredienti per 2 persone:
8 gamberoni freschi
4 cucchiai abbondanti di olio extravergine d’oliva
1 bicchierino (abbondante) di grappa bianca
2 spicchi d’aglio in camicia (opzionale)
pepe macinato

In una padella grande mettete a scaldare l’olio e, se preferite, un paio di spicchi d’aglio in camicia.
Quando l’olio è ben caldo ponete i gamberoni e lasciateli cuocere per qualche minuto coperti rigirandoli di tanto in tanto.
Versate la grappa, aspettate una decina di secondi quindi fiammeggiate.
Lasciate consumare l’alcool, coprite con coperchio e fate cuocere per qualche altro minuto a fiamma vivace muovendo di tanto in tanto i crostacei. Se preferite aggiungete un pizzico di sale.
Il tempo di fine cottura dipende dalla grandezza dei gamberi ma non va oltre i 5/6 minuti verificate, perciò, che il colore del carapace sia diventato bello rosso/arancione e spegnete la fiamma lasciando riposare per un po’ coperto.
Servite con una spolveratina di pepe nero.

Suggerimenti:
La grappa deve essere chiara, possibilmente non barrique, va benissimo quella di moscato.
L’aglio è opzionale, se si decide di usarlo è bene lasciarlo in camicia, avrà un sapore più delicato.

——
Alcuni hanno aspramente criticato questa variante sostenendo che la prelibatezza del piatto originale sta proprio
nell’utilizzo del brandy che esalta, col suo retrogusto aromatico, la dolcezza dei gamberoni.
Questioni di gusto, ritengo che l’effetto della grappa non sia disprezzabile e comunque dà un tocco innovativo!

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply