Melanzane sott’olio

Melanzane sott'olio

Melanzane sott'olio

Sbucciate le melanzane, tagliatele a fettine o a dadini o a striscioline e “spurgatele” mettetendole in un recipiente di adeguate dimensioni con del sale ed un peso sopra.

La quantità del sale che metterete sopra ogni strato è più o meno quella che mettereste per condire le melanzane fritte.

Piano piano uscirà del liquido e loro perderanno il sapore amaro che altrimenti le contraddistinguerebbe.

Rigiratele di tanto in tanto e lasciatele sotto sale per un’oretta abbondante.
Successivamente mettete le melanzane a macerare un paio di ore nell’aceto bianco e strizzatele.

In un altro contenitore preparate un misto di carote, sedano, cipolle, aglio, peperoncini freschi, olive (queste ultime facoltative). Mescoliamo tutti questi ingredienti con le melanzane ed aggiungiamo un bel pò di prezzemolo (o menta fresca).

Se volete potete mettere anche un pugnetto di capperi, se questi sono sotto sale bisognerà passarli prima sotto l’acqua. Nel vasetto in cui andremo a invasare le nostre melanzane, creiamo uno strato di malanzane, uno di condimento, uno di melanzane, uno di condimento e così via fino al completo riempimento.
Ricopriamo tutto con olio d’oliva, o olio misto di oliva e di semi in proporzioni 50/50 o 70/30 se non vogliamo rendere le melanzane troppo pesanti.

Le nostre melanzane sott’olio così invasate si conservano per qualche settimana. Se desiderate conservarle per un periodo più lungo dovrete sterilizzare i vasetti col metodo della bollitura e relativo sottovuoto.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply